«Vuoi guarire?» (Gv 5,6)

In questo tempo siamo stati toccati personalmente e socialmente nella nostra vulnerabilità. La corazza di sicurezza che portiamo addosso si è crepata e anche la “macchina del mondo” ha rallentato un po’. Domande e sorprese hanno scavato nel cuore e ci hanno riportato a interrogare la vita, come i bambini che non sanno. Andrà tutto bene? Tornerà tutto come prima o diventeremo migliori? Posso abbracciarti o hai paura di me? Il silenzio ha avvolto per un po’ le nostre terre, alcuni silenzi hanno placato le nostre anime, altri le avranno agitate. Tante cose sono successe in questi mesi, ma la vita umana non è mai scontata e non troverete mai una risposta definitiva e uguale per tutti, ogni giorno infatti abbiamo molte opportunità di migliorarci, di riflettere su quanto accade, o di lasciarci andare e trascurarci.
Di cosa siamo ammalati quindi? Cosa ci rende “sani”? quali sono le strade che ci conducono a guarire o ritrovare la salute? Le sfide che abbiamo e stiamo incontrando ridestano interrogativi che ci possono rendere più attenti e delicati, più svegli!
Il tempo umano non è mai solo uno scorrere automatico, ma porta con sé la memoria di ciò che si è visto, di ciò che si è vissuto. Per questo abbiamo voluto raccogliere nel calendario la memoria degli interrogativi e delle intuizioni nate nei giorni feriali della chiusura dovuta all’epidemia del covid-19. Li offriamo giorno per giorno, mese per mese, perché la vita non si fa a salti o tutta in un passo. In questo scorrere scopriamo anche noi tante cose della nostra vita che forse dobbiamo imparare a mettere in circolo, a donarle, o semplicemente saperle ascoltare. Non troverete quindi frasi per dire cosa è giusto o sbagliato, ma piccole scoperte e considerazioni come una specie di diario, per evocare i vostri pensieri e smuovere la ricchezza che ciascuno porta dentro di sé.
Idisegni che illustrano i mesi del calendario sono liberamente ispirati ad alcuni passi del Vangelo che ci parlano delle varie forme della malattia e della salute umana, e dei passaggi di guarigione. Il Vangelo nel suo raccontare degli incontri non scontati e non rumorosi tra Dio e gli uomini, ci aiuta a riflettere oggi su ciò che rende ammalato o sano un cuore umano.

 

Slider

Lascia un commento