Accanto al Santuario da sempre esisteva una casetta per il custode.

Nel 1961 è stata demolita e ampliata.

Era destinata al Custode e al Rettore, ma si pensava allo sviluppo di tante altre attività: “congressi, convegni, ritiri spirituali che si svolgeranno al Santuario, sempre più un centro di spiritualità per la nostra zona”, scriveva don Nicolò del Toso nell’opuscolo del 1966 quando fu inaugurata la Nuova Casa e il Mosaico che la arricchisce.

È una struttura a disposizione di quanti intendono, all’ombra del Santuario e sotto la protezione di Madonna di strada, camminare nelle vie del Signore.

Negli anni novanta l’ambiente circostante al Santuario e alla casa accoglienza è stato arricchito con un bel parco aperto a chiunque abbia voglia di passare qualche ora di ristoro in mezzo alla natura.

OSPITALITÀ PER GRUPPI E PELLEGRINAGGI

scrivere a madonnadistrada@bereshit.it